Follow by Email

martedì 3 agosto 2010

Come faccio a non sferruzzare, è stato il mio primo amore.

Quindi anche se il caldo mi fa sudare le mani e i ferri non scorrono come si vorrebbe, questa è l'ultima mia creazione





Il punto è molto semplice.

Si lavora su un numero di maglie pari:

1° ferro: 1 rovescio, passare un rovescio senza lavorarlo, 1 rovescio ecc...

2° ferro: 1 diritto, 1 rovescio, 1 diritto, 1 rovescio fino alla fine del ferro

3° ferro: come il 1° ferro

4° ferro: a rovescio

4 ferri a maglia rasata e poi riprendere dal 1° ferro.


E poi per mia figlia che deve fare un viaggetto in aereo e quindi il beauty case rigido è troppo pesante, ecco un set che le ho confezionato




In questo momento sto impazzendo perchè non riesco a fare il punto pavone (con i ferri) che ha postato Silvana (Lana e cotone) e lo scialle di Valentina (La casa delle fate).

Ma 40 anni di lavori a maglia non mi sono serviti a niente???????? O è l'età che avanza?????

5 commenti:

  1. ciao tizi...uao che brava che sei...un baciotto.

    RispondiElimina
  2. Ma... sei bravissima!
    E' tutto molto bello!
    Se il punto è semplice, non è altrettanto semplice fare le diminuzioni e gli aumenti per il collo e le maniche, e poi il bordino... e confezionare tutto, complimenti Tiziana!
    Mi piace tantissimo il set che hai cucito per tua figlia.

    RispondiElimina
  3. Avrei voluto anch'io una mamma che mi preparava un set da viaggio così! per me che poi sono sempre in giro per lavoro e voglio contenere tutto un una valigetta supercompressa sarebbe l'ideale!
    Ah, come sono fortunate le figlie!!!
    Un abbraccio
    Vale

    RispondiElimina
  4. è proprio bello quel punto e ha pure il pregio di essere facile, per il punto pavone : riprova sarai piu fortunata, a parte gli scherzi ho provato anch'io il punto pavone e quando il lavoro era quasi finito mi sono accorta che c'erano una marea di errori. ciao

    RispondiElimina